La Befana vien di notte… – Intermedio B1

70

La Befana, nome ottenuto modificando ‘Epifania’ in ‘bifanìa’ e ‘befanìa’ e poi Befana, è una figura folcloristica legata alle festività natalizie, tipica di alcune regioni italiane, che si è diffusa poi in tutta Italia, meno conosciuta nel resto del mondo. Secondo la tradizione, è una donna molto anziana, che assomiglia molto ad una strega, e infatti vola su una scopa, per fare visita ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio (la notte dell’Epifania) e riempire le calze appese sul camino o vicino a una finestra. I bambini che durante l’anno si sono comportati bene riceveranno dolci, caramelle, frutta secca o piccoli giocattoli. Al contrario, i bambini che si sono comportati male troveranno le calze riempite con del carbone.
‘La Befana trullallà’ è una canzone natalizia incisa nel 1978 da Gianni Morandi ed inserita dell’album ‘Abbracciamoci’. La canzone era la sigla del programma ‘10 Hertz’, andato in onda su RAI 1 dal 18 ottobre 1978 al 5 marzo 1979 e condotto dallo stesso Morandi.
Se avete voglia di cantare questo è un buon esercizio di pronuncia ed è anche una bella occasione per far pratica con il futuro. Buon ascolto e buona Befana a voi!

***

La Befana Trullallà

Trullalà Trullalà Trullalà.
La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte,
con la calza appesa al collo,
col carbone, col ferro e l’ottone.
Sulla scopa per volare.
Lei viene dal mare.
Lei viene dal mare.

E la neve scenderà (infinito: ________ )
sui deserti del Maragià,
dall’Alaska al Canadà.
E partire lei dovrà (infinito: ________ )
e cantando partirà (infinito: ________ )
da ciociara si vestirà, (infinito: ________ )
con il sacco arriverà, (infinito: ________ )
la bufera vincerà. (infinito: ________ )
E cantando trullalà,
la Befana arriverà. (infinito: ________ )

Trulallà Trullalà Trullalà.

Un bambino, grande come un topolino,
si è infilato nel camino,
per guardarla da vicino.
Quando arriva la Befana
senza denti
salta, balla, beve il vino.
Poi di nascosto s’ allontana
con la notte appiccicata alla sottana.

E un vento caldo soffierà (infinito: ________ )
sui deserti del Maragià,
dall’Alaska al Canadà.
Solo una stella brillerà (infinito: ________ )
e seguirla lei dovrà, (infinito: ________ )
per volare verso il nord
e la strada è lunga
ma la bufera vincerà. (infinito: ________ )

E cantando Trullalà,
la Befana se ne va.

E cantando Trullalà
Truallalero Trullalà

Trullalà Trullalà Trullalà


 

Inscrivez-vous à notre newsletter

Ne ratez plus nos publications en vous inscrivant à notre bulletin d'informations. Vous n'aimez pas le SPAM nous non plus, nous n'envoyons en moyenne qu'un seul email par mois.