Allenarsi con il passato prossimo e l’imperfetto – Livello A2

20

Attività di livello A2 – Tre esercizi per ripassare due tempi molto usati, il passato prossimo e l’imperfetto. Il primo esercizio per riflettere all’ausiliare, il secondo per riflettere anche al participio passato, regolare o irregolare. Il terzo è un breve testo per riflettere alla formazione anche dell’imperfetto. E cominciare a osservare l’alternanza tra passato prossimo e imperfetto. Atri esercizi sull’imperfetto nella lettura « La Lòlza » 

***

  1. Quale ausiliare scegliere ? Inserisci l’ausiliare « essere » o « avere » alla persona giusta :

Ieri a Roma la polizia ha arrestato un giovane di 24 anni.

Il ragazzo ______ forzato una finestra ed ______ entrato nell’appartamento ma una volta dentro lo _____ trovato completamente vuoto ed _____ andato via. Fuori dall’appartamento _____ trovato due agenti del commissariato Villa Glori, che ______ arrivati perché era scattato un allarme. I poliziotti lo ______disarmato e lo ______ arrestato.

Adattato da Cronaca – Il Messaggero.it

  1. Coniuga il verbo tra parentesi al passato prossimo :

Francesca ____________(adottare) una cagnolina di 11 anni, salvandola da un destino triste. Dopo questa esperienza, ____________(decidere) di vendere i suoi peluches lungo la strada di Istrana dove abita sua nonna per aiutare gli altri cani abbandonati. ___________(chiedere) aiuto a molte persone che passavano, per settimane, come racconta « La Tribuna di Treviso ». Con il gruzzolo in tasca ______(dire) ai genitori : « Questi soldi sono per gli altri cani del canile ». Pochi giorni fa Francesca __________(consegnare) la somma ai volontari di Ponzano.
La bambina _________(essere) nominata volontaria ad honorem di ENPA «  per l’impegno e l’amore che _______(dimostrare) verso gli animali abbandonati ».

Adattato da Cronaca – Repubblica.it

  1. Prima leggi il testo e dopo completa la tabella seguendo gli esempi in rosso:

Sono arrivata in Italia 10 anni fa. Prima abitavo in Francia, a Parigi. Poi ho deciso di lasciare il mio paese e tentare l’avventura in Italia per lavorare nel mondo della moda. Sognavo da sempre di trasferirmi in Italia. Sono andata a vivere a Firenze e ho cominciato a fare la commessa in un negozio di calzature. Questo lavoro non mi piaceva molto, cosi’ ho cercato un lavoro in un’azienda di pelletterie. Li’ mi sono trovata molto bene perché avevo molte responsabilità: parlavo al telefono con i clienti, scrivevo mail, inviavo fax, ordinavo i materiali e gestivo un piccolo portafoglio di clienti. Lavoravo in questa ditta già da due anni quando un’impresa più grande mi ha proposto di diventare product manager. Ho accettato subito. Sono partita per Milano, e ho trovato una casa in periferia. Ho dovuto lasciare una città storica come Firenze ma non fa niente, la vita in Italia mi piace, nonostante il clima!

PASSATO PROSSIMO IMPERFETTO
Sono arrivata (Arrivare) Abitavo (Abitare)
   
   

 

Inscrivez-vous à notre newsletter

Ne ratez plus nos publications en vous inscrivant à notre bulletin d'informations. Vous n'aimez pas le SPAM nous non plus, nous n'envoyons en moyenne qu'un seul email par mois.